Epigram 9.17

URN
Created on
By
Updated on

Descriptions

Codex Palatinus 23, p. 360

Texts

οὔρεος ἐξ ὑπάτοιο λαγὼς πέσεν ἔς ποτε βένθος,
ἐκπροφυγεῖν μεμαὼς τρηχὺν ὀδόντα κυνός:
ἀλλ᾽ οὐδ᾽ ὣς ἤλυξε κακὸν μόρον αὐτίκα γάρ μιν
εἰνάλιος μάρψας πνεύματος ὠρφάνισεν.

ἐκ πυρός, ὡς αἶνος, πέσες ἐς φλόγα: ἦ ῥά σε δαίμων
κἠν ἁλὶ κἠν χέρσῳ θρέψε κύνεσσι βοράν.

— Paton edition

Dalla cima di una montagna, una lepre cadde nell’abisso per sfuggire alle fauci violente di un cane assassino; ma non evitò il triste fato: infatti, un cane marino subito li tolse il fiato. “Sei caduto dalla padella alla brace” si dice così; il dio certamente ti volle pasto di cani sia in mare che in terra.

— Cagnazzi

Cities

Keywords

Divinités

Comments

#1

物竞天择,适者生存

#2

Things compete for natural selection, the fittest survive

#3

Passare dalla padella alla brace significa passare da una brutta situazione a una situazione ancora più brutta. Quindi a una situazione peggiore.

Alignments

External references